Ambiente, oltre 800 specie estinte dal 1500, dice rapporto

giovedì 2 luglio 2009 12:43
 

WASHINGTON (Reuters) - Oltre 800 specie animali e vegetali si sono estinte negli ultimi cinque secoli, e oggi quasi 17.000 sono a rischio di estinzione. Lo ha reso noto oggi l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

Un'analisi dettagliata di questi numeri mostra che la comunità internazionale non riuscirà a rispettare l'obiettivo di fermare la perdita di biodiversità entro il 2010, un impegno preso da molti governi nel 2002.

Sulla base dei dati pubblicati nel 2008 nella Lista Rossa dell'Iunc specie minacciate, la nuova analisi arriva ala vigilia del 2010 e mira a creare un parallelismo tra le crisi del mondo finanziario e di quello ambientale, ha spiegato Jean-Christophe Vie, che ha redatto il rapporto.

"Non volgiamo fare una scelta tra la natura e l'economia; vogliamo soltanto che la natura sia considerata allo stesso livello quando bisognerà prendere una decisione", ha detto Vie al telefono dalla Svizzera.

"Il lavoro è importante, ma non il lavoro ai danni della natura", ha aggiunto. "Lo abbiamo fatto per troppo tempo e guardate dove siamo arrivati".

Il nuovo studio sottolinea che 869 specie si sono estinte -- o estinte allo stato brado -- dal 1500.

Almeno 16.928 sono a rischio di estinzione, tra cui quasi un terzo degli anfibi, oltre una specie di uccelli su otto e quasi un quarto dei mammiferi.

La Lista Rossa del 2004 indicava 784 specie estinte dal 1500.

 
<p>Uccelli nella Cap Tourmente Wildlife area in Canada. REUTERS/Mathieu Belanger (CANADA)</p>