Maturità, seconda prova: Cicerone e un errore musicale

venerdì 26 giugno 2009 19:08
 

MILANO (Reuters) - Cicerone al liceo classico, funzioni, geometria e trigonometria allo scientifico, la realizzazione, da una serra in stile liberty, di alloggi per studenti e docenti all'artistico.

Queste alcune delle tracce della seconda prova scritta dell'esame di maturità, svoltasi questa mattina a partire dalle 8:30. In più, un errore nella prova per i licei musicali.

Le prime indiscrezioni sui compiti che sono stati chiamati ad affrontare gli studenti, però, erano online, sul sito Studenti.it, già dalle 8:22, con le prime voci, riguardanti il liceo classico, che parlavano di un brano di latino, tratto dal primo libro del De Officiis di Cicerone, paragrafi 88 e 89. Indiscrezioni poi confermate dal sito del ministero dell'Istruzione.

Qualche minuto più tardi, erano online anche le anticipazioni per quel che riguardava i quesiti di matematica per l'esame degli studenti del liceo scientifico. Sono seguite le tracce di informatica per l'Itc, che riguardavano le tecniche di digitalizzazione, memorizzazione e riproduzione di brani musicali e il loro impatto sul mercato discografico, quella di pedagogia, con quattro temi tra cui scegliere, uno dei quali basato su un estratto proprio del Miur e quella di economia aziendale per il Turistico, dedicata a un tema di stretta attualità come l'impatto della crisi economica proprio sul turismo.

Anche quest'anno non sono mancati errori nelle tracce per le prove d'esame. Secondo quanto reso noto da Mimmo Pantaleo, segretario della Federazione Lavoratori della Conoscenza Cgil, questa volta è toccato al liceo musicale: la sonata proposta agli studenti era di Beethoven, ma è stata erroneamente attribuita ad Haydn. Inoltre, la prova di analisi fornita oggi ai maturandi dal ministero è risultata essere incompleta, dal momento che mancavano le ultime tre pagine, ha aggiunto Pantaleo.

Al ministero fanno notare che la prova è stata predisposta da un consulente esterno.

I licei musicali in Italia, ha aggiunto la Flc Cgil, sono sette e l'esame, in ogni caso, non necessiterà di essere ripetuto perché per questi licei, data la complessità della prova, è consentito che le commissioni possano integrare e correggere eventuali errori e omissioni.