Formula Uno, team Fota al lavoro per migliorare spettacolo corse

giovedì 25 giugno 2009 15:42
 

di Mark Meadows

BOLOGNA (Reuters) - La Formula Uno potrebbe presto giungere ad un nuovo accordo commerciale per rendere le corse più divertenti. Lo hanno annunciato i responsabili dei team oggi, dopo aver vinto la loro prima battaglia sul futuro immediato dell'automobilismo.

La Fota, che riunisce le scuderie della Formula Uno, aveva minacciato la scissione con la Federazione Internazionale dell'Automobile e la creazione di un mondiale alternativo, a causa della disputa con il presidente della Fia Max Mosley sul tetto ai budget. La separazione è stata scongiurata grazie all'intesa raggiunta ieri.

Un nuovo accordo, invece, deve essere ancora siglato con il gruppo Cvc, che detiene i diritti commerciali della Formula Uno ed è rappresentata da Bernie Ecclestone, ma le parti sono vicine e tra Cvc e il boss della Renault Flavio Briatore c'è comunione di idee nel rendere più interessante la Formula Uno.

"Flavio sarà impegnato nel lavorare a stretto contatto con il gruppo Cvc per migliorare la qualità di questo sport. Speriamo di raggiungere un accordo con Cvc nei prossimi giorni", ha detto il presidente della Ferrari e della Fota Luca Cordero di Montezemolo in conferenza stampa.

I team hanno acquisito notevole potere dopo il meeting di Parigi di ieri del Fia World Motor Sports Council, che ha di fatto accolto gran parte delle richieste delle scuderie Fota, togliendo soprattutto il tetto ai budget. Durante il meeting, peraltro, Mosley ha anche annunciato l'intenzione di non ricandidarsi alla presidenza della Fia ad ottobre.

Le regole di quest'anno saranno valide anche nella prossima stagione, ma i costi dovranno comunque essere ridotti fino al livello degli anni 90.

I team legati alla Fota sono convinti che le idee e i progetti abbozzati quando si pensava ad una scissione saranno comunque utili per riavvicinare il pubblico al circus della Formula Uno.

 
<p>Il presidente della Formula Uno Bernie Ecclestone con il numero uno del team Renault Flavio Briatore a Silverstone. REUTERS/Andrew Winning</p>