Gb, nel 2008 viaggi del principe Carlo sono costati di più

martedì 23 giugno 2009 17:39
 

LONDRA (Reuters) - La cifra dei finanziamenti pubblici a favore del Principe Carlo è aumentata del 25% lo scorso anno, soprattutto per via di due viaggi a lungo raggio, stando a quanto riferisce il rapporto annuale relativo alle finanze del principe.

I viaggi in Asia e Sud America con la moglie Camilla sono stati fatti per sostenere gli obiettivi della Gran Bretagna oltreoceano ed erano una richiesta esplicita del governo, ha riferito alla Bbc il portavoce di Carlo, Paddy Harveson.

"Per esempio, siamo stati in Brasile per incontrare il presidente Lula e parlare del cambiamento climatico, poi in Giappone per un incontro con il primo ministro e in Indonesia per parlare di deforestazione", ha detto Harveson.

"Il principe e la duchessa non hanno scelto volontariamente di fare questi viaggi. Li hanno fatti su richiesta del governo".

"E' molto importante che la Gran Bretagna mantenga buoni rapporti con i Paesi chiave oltremare. E' ancora più importante in questo periodo economicamente difficile".

La maggior parte delle spese di Carlo è coperta dalle entrate delle 23 contee che formano il Ducato di Cornovaglia, che sono di circa 16,5 milioni di sterline.

Le spese aggiuntive vengono coperte da contributi statali finanziati dai contribuenti e direttamente dai dipartimenti governativi. Questi costi sono saliti, quest'anno, a 3,03 milioni di sterline, rispetto ai 2,45 milioni dello scorso anno.

Questa somma, però, è bilanciata dai 3,1 milioni di sterline di tasse e Iva che il principe ha versato al Ministero delle Finanze, una cifra di un decimo inferiore a quella versata lo scorso anno.

 
<p>La cifra dei finanziamenti pubblici a favore del Principe Carlo &egrave; aumentata del 25% lo scorso anno, riferisce il rapporto annuale relativo alle finanze del principe. REUTERS/ David Moir (BRITAIN ENTERTAINMENT SOCIETY ROYALS)</p>