Cipro, scoperti pozzi dell'età della pietra

martedì 23 giugno 2009 17:08
 

NICOSIA (Reuters) - Alcuni archeologi hanno scoperto, a Cipro, quelli che credono siano alcuni dei pozzi più antichi del mondo, probabilmente risalenti all'età della pietra -- 10.500 anni fa -- e contenenti lo scheletro di una giovane donna.

I pozzi, scoperti in un cantiere vicino alla città costiera di Paphos, si aggiungono ad altri cinque venuti alla luce grazie ad un gruppo dell'Università di Edinburgo.

"Le datazioni al carbonio indicano che questi pozzi risalgono ad un'età compresa tra 9.000 e 10.500 anni fa, un'età che li porta ad essere tra i pozzi più antichi al mondo", ha fatto sapere l'Antiquities Department attraverso un comunicato.

La struttura cilindrica aveva un numero di piccole fessure sui lati, che consentivano alle persone di entrare ed uscire dal pozzo. All'interno sono state ritrovate ossa di animali e uno scheletro di una giovane donna, seppur mal conservato.

"Sfortunatamente, sarà difficile per noi capire come mai si trovasse lì", ha fatto sapere il dipartimento.