Nuoto, in vista Mondiali Fina dichiara conformità nuovi costumi

lunedì 22 giugno 2009 17:44
 

PARIGI (Reuters) - La Federazione Internazionale di nuoto (Fina) ha riconosciuto oggi la conformità dei nuovi costumi che avevano fatto discutere per aver portato i nuotatori che li utilizzavano a battere una serie di record mondiali.

I costumi oggetto della controversia, tra cui il modello J01 -- prodotto da Jaked e indossato da Frederick Bousquet quando ha battuto il record mondiale nei 50 metri stile libero ai campionati francesi di aprile -- potranno essere utilizzati ai Mondiali che si terranno il mese prossimo a Roma.

Lo rende noto Fina in una nota.

Insospettita da oltre 100 nuovi record mondiali negli ultimi 18 mesi, molti dei quali conseguiti da nuotatori che utilizzavano i nuovi costumi, Fina aveva deciso di valutare nuovamente gli standard.

Fulcro della controversia erano i nuovi costumi realizzati interamente in poliuretano per favorire il galleggiamento.

Il Jaked 01 era stato escluso dalla lista dei costumi autorizzati pubblicata il mese scorso da Fina, ma compare su quella rilasciata oggi sul sito web www.fina.org.

"Con soddisfazione Jaked conferma che Fina ha riconosciuto la piena conformità ai regolamenti vigenti del costume J01, la cui omologazione era stata sospesa lo scorso 19 maggio 2009", si legge in una nota di Jaked Srl, sponsor tecnico e fornitore ufficiale delle Squadre Nazionali della Federazione Italiana Nuoto.

"Il costume J01 non si avvantaggia di fenomeni di air-trapping, e la sua speciale formulazione lo rende del tutto permeabile all'aria in ogni condizione d'uso e persino a riposo. Tali caratteristiche, unite al suo minimo spessore di soli 0,4 mm, lo rendono un costume del tutto conforme agli attuali regolamenti".

Jaked precisa inoltre che "non è stata apportata alcuna modifica al costume J01, che continua ad essere identico a quello utilizzato in occasione dei Giochi Olimpici di Pechino".   Continua...

 
<p>Frederick Bousquet esulta per aver battuto il record mondiale nei 50 metri stile libero ai campionati francesi di aprile. REUTERS/Pascal Parrot (FRANCE SPORT SWIMMING)</p>