Tartarughe mare a rischio possono contare su Marina thailandese

lunedì 22 giugno 2009 12:34
 

KHRAM ISLAND, Thailandia (Reuters) - Le tartarughe di mare per sopravvivere devono combattere con infezioni e con gli essermi umani che si nutrono della loro carne e delle loro uova. Ma in Thailandia le specie in pericolo possono contare sulla Marina.

Ogni anno decine di tartarughe di mare arrivano per la deposizione delle uova all'Isola Khram, nel Golfo della Thailandia, a circa 30 chilometri dalla cittadina turistica di Pattaya.

Ma la sopravvivenza delle uova è continuamente minacciata. Ed è per questo che la Marina protegge le tartarughe da quasi 20 anni.

"Le tartarughe di mare in Thailandia non hanno raggiunto un livello critico di pericolo", spiega il capitano Aran Jiemyuu, vicedirettore del Centro conservazione tartarughe di mare della Marina, creato nel 1992.

"Ma è grazie ai nostri sforzi. All'Isola di Khram abbiamo trovato tartarughe verdi di 15-17 anni che deponevano uova. Questo dimostra che... potrebbero essere quelle che abbiamo nutrito e liberato in mare o tartarughe nate sull'isola".

Le tartarughe di mare sono considerate specie in pericolo dall'International Union for Conservation of Nature and Natural Resources e dalla Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora.

Ma Aran dice che il numero di tartarughe di mare in Thailandia è salito da quando il progetto è nato.

 
<p>Una tartaruga verde depone le uova sull'Isola di Khram, a 30 chilometri dalla localit&agrave; turistica thailandese di Pattaya. REUTERS/Sea Turtle Conservation Center, Royal Thai Navy/Handout</p>