Paul McCartney lancia il "Lunedì senza carne"

lunedì 15 giugno 2009 15:58
 

LONDRA (Reuters) - L'ex Beatle Paul McCartney ha lanciato la campagna "Lunedì senza carne" in Gran Bretagna nel tentativo di contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico.

McCartney, le sue figlie Stella e Mary e ospiti celebri tra cui Yoko Ono, hanno sfilato al St. James Park di Londra per sostenere la campagna che esorta la gente a evitare di mangiare carne un giorno a settimana.

La campagna è già stata lanciata in Australia e negli Stati Uniti.

Rapporti delle Nazioni Unite evidenziano che il settore del bestiame è responsabile di circa il 18% delle emissioni di gas serra che causano il riscaldamento globale, inquinando più del settore dei trasporti.

Si dice spesso che mangiare meno carne di bovino, suino o pollo sia un modo per ridurre le emissioni.

"Credo che molti di noi si sentano impotenti di fronte al cambiamento climatico, e può essere difficile sapere come dare un contributo significativo per un mondo più pulito e sostenibile", ha dichiarato McCartney sul sito web ufficiale della campagna.

"Avere un giorno fisso in cui non mangiare carne è un cambiamento significativo che tutti possono fare, e va dritto al cuore di alcune importanti questioni politiche, ambientali ed etiche" ha aggiunto McCartney sul sito www.supportmfm.org.

"Per esempio non solo affronta il problema dell'inquinamento, ma anche quello della salute, del trattamento etico degli animali, della fame nel mondo e dell'attivismo politico".

Linda, moglie di McCartney morta nel 1998, era una convinta vegetariana e attivista per i diritti degli animali.