15 giugno 2009 / 12:22 / 8 anni fa

Filippine, governo ordina restituzione gioielli a Imelda Marcos

<p>Ex first lady filippina Imelda Marcos.Cheryl Ravelo (PHILIPPINES)</p>

MANILA (Reuters) - Il governo delle Filippine ha ordinato ad un'agenzia anti-corruzione di restituire alla ex first lady Imelda Marcos i suoi gioielli, per un valore superiore ai 310 milioni di dollari, che furono sequestrati dopo la deposizione di suo marito dalla presidenza nel 1986.

Il segretario della Giustizia Raul Gonzalez ha detto oggi che il governo non ha intrapreso un'azione legale per rivendicare la proprietà dei gioielli.

"Evidentemente, la signora Marcos resta la legittima proprietaria dei suddetti gioielli", ha scritto in una lettera alla Commissione presidenziale per il buon governo, aggiungendo che non ci sono prove che gli articoli in questione siano stati acquisiti in modo disonesto.

Gonzalez ha dichiarato che l'agenzia di stato che intende recuperare beni per un valore di circa 10 miliardi di dollari, di cui si ritiene che il defunto dittatore Ferdinand Marcos e la sua famiglia si fossero appropriati illecitamente, non abbia presentato alcun documento legale per rivendicare i gioielli.

Nel 2006, il governo aveva cercato di mettere all'asta la collezione di gioielli, il cui valore stimato è di 310,8 milioni di dollari, conservata dal 1990 nel caveau della banca centrale delle Filippine.

Marcos, famosa per la sua enorme collezione di scarpe e gioielli e per il suo stile di vita lussuoso, si era quindi recata in un tribunale locale per impedire la vendita, sostenendo di non aver acquisito illegalmente quei gioielli utilizzando fondi pubblici.

"Grazie a Dio dopo più di 23 anni di persecuzioni e privazioni, iniziate dal governo nel 1986, l'amministrazione del presidente Gloria Arroyo ha finalmente fatto il primo passo affinché prevalgano la verità e la giustizia sulla famiglia Marcos", ha detto la donna in una dichiarazione rilasciata tramite una portavoce.

La collezione fu prelevata da Palazzo Malacanang quando i Marcos lasciarono il Paese nel febbraio 1986 dopo che il dittatore era stato spodestato da un colpo di stato militare sostenuto dai civili.

Altri gioielli furono sequestrati dalle autorità Usa all'inizio degli anni '90, quando i Marcos si stabilirono alla Hawaii dove l'ex presidente morì nel 1989.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below