Generazione Y dovrà cavarsela senza aiuto economico dei genitori

venerdì 12 giugno 2009 12:40
 

CANBERRA (Reuters) - I giovani della generazione Y, che contano sull'aiuto finanziario dei genitori per pagarsi le bollette, potrebbero essere destinati a un brusco risveglio in questo periodo di crisi economica.

Lo rivela un sondaggio.

Un'indagine condotta dalla banca australiana St George ha rivelato che quasi due terzi degli appartenenti alla Generazione Y -- nati tra la metà degli anni 80 e i primi anni 90 -- si aspettano l'aiuto dei genitori per pagarsi l'affitto, il matrimonio, e l'acquisto di una casa.

Ma, dall'altro lato, è emerso che molti genitori non sono più in grado di finanziare i loro ragazzi, infatti il 70% dei figli del "baby boom", adulti tra i 50 e i 60 anni, hanno difficoltà economiche a causa della crisi.

"Naturalmente quasi tutti i genitori vorrebbero aiutare i loro bambini ormai cresciuti, ma per molti la situazione è cambiata ed è comprensibile che adesso mamma e papà debbano concentrarsi sui propri bisogni finanziari", ha detto Andrew Moore, portavoce della banca.

"Il risultato è che quando si parla di finanziare cose come il matrimonio, la casa, viaggi oltreoceano e l'istruzione, molti giovani adesso devono cavarsela con le proprie forze ... Il calo del supporto economico da parte dei genitori sarà indubbiamente un duro colpo per la Generazione Y, da sempre abituata a ricevere aiuto".

L'indagine, condotta da Galaxy Research su 1.000 australiani, ha rilevato una crescente divergenza tra le aspettative dei giovani, molti dei quali viziati fin dall'infanzia, e ciò che i genitori sono in grado di fornire.

E' emerso inoltre che il 65% degli appartenenti alla Generazione Y non sa niente della situazione finanziaria dei genitori, ma il 44% si aspetta il completo finanziamento di mamma e papà per il matrimonio e il 40% conta sul loro supporto economico per l'acquisto della casa.

Queste aspettative provocano sensi di colpa nel 50% dei genitori.