Trulli: la Formula 1 potrebbe spaccarsi in due

domenica 7 giugno 2009 12:22
 

Di Alan Baldwin

ISTANBUL (Reuters) - La Formula Uno portebbe spaccarsi in due, se il braccio di ferro tra la Fia e le scuderie non si risolverà entro venerdì prossimo. Lo ha detto il pilota della Toyota Jarno Trulli dopo avere incontrato oggi i dirigenti delle squadre.

I 16 piloti sotto contratto con le scuderie che si sono riunite nella Formula 1 Teams Association (Fota) hanno discusso per 25 minuti con i loro dirigenti nel motorhome della Toyota al Gran premio di Turchia, che si disputa oggi.

Non hanno partecipato i rappresentanti di Williams e Force India, che sono stati sospesi dalla Fota.

Trulli ha detto che piloti e team hanno le stesse posizioni e hanno manifestato preoccupazione perché il tempo sta scadendo senza che la Federazione internazionale automobilistica abbia ancora pubblicato la lista dei partecipanti alle corse del 2010, attesa entro venerdì.

"Non so molto della parte politica della vicenda. So che nella prossima settimana qualcosa si deve muovere, altrimenti sarà inveitabile la spaccatura", ha detto il pilota ai giornalisti.

Le otto scuderie della Fota hanno presentato delle condizioni per partecipare alla prossima edizione del campionato, chiedendo che alcune regole sia riscritte e che un nuovo Concorde Agreeement commerciale sia firmato entro il 12 giugno.

In caso contrario, la Ferrari insieme a Renault, Toyota e alle due scuderie Red Bull hanno minacciato di lasciare il circo irridato.

La Fia, che vuole imporre un tetto di 40 milioni di sterline al budget delle squadre, ha incoraggiato nuove squadre a partecipare al prossimo torneo e oltre dieci team hanno confermato la loro presenza.

 
<p>Il pilota della Toyota Jarno Trulli, Barcellona, 8 maggio 2009. REUTERS/Albert Gea</p>