Berlusconi: tornerei a festa Noemi, mai pensato mollare

mercoledì 3 giugno 2009 21:50
 

ROMA (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sarebbe pronto a ritornare alla festa dei 18 anni di Noemi Letizia a Casoria perché, dice, non c'è nulla di "piccante" con la ragazza napoletana. Il resto fa parte della sua vita privata e nulla c'è in più da dire.

Lo ha detto lo stesso premier durante la registrazione della trasmissione Rai "Porta a Porta", aggiungendo di non aver mai pensato di "mollare" la sua attività di governo.

"Ci ritornerei a quella festa perché avevo promesso e le promesse le mantengo... anzi se avessi avuto tempo avrei fatto un regalone", ha detto Berlusconi.

"A quella domanda [sulla presenza alla festa] ho risposto negando che ci fosse stato nulla che mi impedisse di andare alla festa. Il resto riguarda il privato di quella famiglia e il mio privato", ha aggiunto Berlusconi precisando che "la religione della libertà ha al primo punto la riservatezza del cittadino".

Berlusconi definisce "assurde" le domande di Repubblica e dice: "Non leggo Repubblica da molti anni e sto molto bene".

Fra i critici del governo in queste settimane - ha proseguito il premier - ci sono giornali esteri vicini alla sinistra e un gruppo editoriale che compete con Mediaset in Italia.

"I giornali esteri che intervengono [a criticarmi] sono insufflati dalla sinistra o addirittura è qualcuno che si contrappone a Mediaset nella televisione in Italia", ha detto Berlusconi. Il riferimento è al Times di Rupert Murdoch..." , ha aggiunto il conduttore Bruno Vespa.

Rispondendo a chi gli chiedeva come fossero oggi i rapporti con Murdoch, Berlusconi ha risposto: "E' tanto tempo che non lo sento".

"NON MOLLO"   Continua...

 
<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a un evento di Confesercenti a Roma. REUTERS/Remo Casilli</p>