Nasa progetta lancio spaziale con copertura Twitter

mercoledì 3 giugno 2009 12:18
 

di Irene Klotz

CAPE CANAVERAL (Reuters) - La Nasa, che è entrata in punta di piedi nel nuovo mondo dei social network con astronauti che postavano messaggi su Facebook e Twitter, sta pensando di far coprire un prossimo lancio spaziale proprio dalla famosa piattaforma internet Twitter.

Ci sono ancora molti dettagli da definire, tanto è vero che il cosiddetto "TweetUp", previsto per il lancio dello shuttle Endeavour della prossima settimana, è stato posticipato al decollo del Discovery, previsto ad agosto. Lo ha confermato Michael Cabbage, portavoce dell'agenzia spaziale americana.

La Nasa prevede di poter accogliere tra i 100 e i 150 blogger e "twitterer" in un improvvisato centro media al Kennedy Space Center in Florida.

Twitter è un servizio di messaggeria online che consente agli utenti di postare messaggi, chiamati "tweets", che non superino i 140 caratteri. In questa particolare circostanza, coloro che assisteranno al lancio saranno in grado di postare dettagli sull'evento a tutti i membri di Twitter che si siano abilitati per riceverli.

I messaggi immessi su questo social network vengono poi archiviati sul sito Twitter.com. La Nasa sta ancora valutando chi invitare, come assecondare la necessità degli invitati di usufruire della banda larga per poter comunicare in tempo reale e come poter restringere tale opportunità ai soli utenti Twitter statunitensi.

Le misure di sicurezza adottate dopo l'11 settembre proibiscono, infatti, agli stranieri di entrare nel centro spaziale.

"Se non limitiamo l'accesso agli organi di informazione, avremmo una fila per questi 150 posti che si estenderebbe a tutto il mondo", ha detto il portavoce Nasa Bill Johnson.

 
<p>L'equipaggio dello shuttle Endeavour. REUTERS/Scott Audette (UNITED STATES SCI TECH)</p>