Alpinismo, scalatrice austriaca verso record di cime più alte

venerdì 29 maggio 2009 12:17
 

KATHMANDU (Reuters) - Una nota alpinista austriaca, che ha scalato 12 delle cime più alte del mondo, si è avvicinata ancora di più all'obiettivo di diventare la prima donna ad aver raggiunto le prime 14 vette dopo aver conquistato quella del monte Lhotse in Nepal.

Gerlinde Kaltenbrunner, 38 anni, ha raggiunto la settimana scorsa la vetta del Lhotse di 8.516 metri, la quarta più alta del mondo, e la sua dodicesima cima oltre gli 8.000 metri.

Il mese prossimo progetta di scalare il K2 in Pakistan, di 8.611 metri, la seconda vetta più alta del mondo, per raggiungere le 13 vette.

Per raggiungere il record dovrà scalare anche l'Everest.

"Scalare il K2 senza ossigeno (artificiale) e senza gli sherpa sarà molto difficile", ha detto a Reuters Kaltenbrunner arrivando a Kathmandu dopo essere scesa dal monte Lhotse.

"Dopo il K2, penserò a quando scalare l'Everest", ha detto, aggiungendo che ha sempre scalato senza le bombole di ossigeno che molti alpinisti usano per aiutarsi a respirare nell'atmosfera rarefatta.

Fino ad ora, l'unica donna che ha scalato le cime più alte del mondo è la 35enne spagnola Edurne Pasaban.

Kaltenbrunner ha scalato il Lhotse con suo marito, Ralf Dujmovits, tedesco di 47 anni, il primo nel suo paese ad aver raggiunto 14 vette.

Sinora questo record è stato raggiunto solo da 16 persone, tra cui il primo per l'Italia è stato Reinhold Messner .

 
<p>La scalatrice Gerlinde Kaltenbrunner. REUTERS/Gopal Chitrakar</p>