Vacanze al mare, Isola del Giglio al top per Legambiente

giovedì 28 maggio 2009 14:42
 

ROMA (Reuters) - L'Isola del Giglio è per il secondo anno consecutivo in vetta alla classifica della Guida Blu sulle migliori località marittime italiane, prodotta da Legambiente in collaborazione con il Touring Club Italiano.

La Sardegna è la regione più virtuosa dal punto di vista ambientale, con le sue 3,4 vele di media, sulle cinque che costituiscono il punteggio massimo.

E' quanto emerso dalla presentazione della nona edizione della Guida Blu, svoltasi questa mattina a Roma, dove Legambiente e Touring hanno premiato i sindaci delle prime 13 classificate, ovvero le località che si sono aggiudicate le ambite cinque vele.

L'isola del Giglio ha conquistato il gradino più alto del podio per l'ottima sostenibilità e la tutela dell'ecosistema terrestre e costiero, e per aver prestato particolare attenzione al verde pubblico, alla raccolta differenziata e alla mobilità sostenibile.

Dietro il comune toscano, ecco la Liguria, con i tre comuni del Parco Nazionale delle Cinque Terre -- Riomaggiore, Vernazza e Monterosso. Domus de Maria, in provincia di Cagliari, chiude il podio, mentre la perla del Cilento, Pollica, con le località costiere Acciaroli e Pioppi, unica realtà campana al vertice della classifica, si posiziona al quarto posto.

A seguire Capalbio e Castiglion della Pescaia, a sottolineare il dominio toscano, ma anche Nardò (Le), Baunei (Nu), Ostuni (Br), Santa Marina Salina (Me) , Noto (Sr), San Vito lo Capo (Pa) e Posada (Nu), che chiude la classifica dell'elite delle nostre località marittime.

La Guida Blu 2009, che riporta circa 300 località balneari e 70 lacustri, ha premiato quest'anno anche tre comuni che sorgono sulle rive di laghi: cinque vele a Massa Marittima, in provincia di Grosseto, e a due comuni bolzanini, Appiano sulla strada del vino, sul lago di Monticolo, e Fiè allo Sciliar, sul lago di Fiè.

Il vicepresidente di Legambiente Sebastiano Venneri ha voluto sottolineare l'importanza della salvaguardia di queste perle del nostro paese, "che possono rispondere in maniera migliore anche alla crisi economica, perché puntano sulla qualità dei propri paesaggi e dei propri servizi".

La Guida Blu, che fornisce un indicatore aggregato di sostenibilità ambientale, basa le sue votazioni su 20 indicatori, che variano dalla conservazione e gestione del territorio alla qualità delle acque, dal livello dei servizi pubblici all'impegno per l'applicazione di efficaci politiche ambientali. I dati, in tal senso, sono raccolti dalle banche dati nazionali e dai circoli di Legambiente sul territorio.

 
<p>Vacanze al mare, Isola del Giglio al top per Legambiente. REUTERS/Tony Gentile</p>