Scienziati identificano gene che potrebbe spiegare la calvizie

martedì 26 maggio 2009 11:21
 

HONG KONG (Reuters) - I ricercatori in Giappone hanno identificato un gene che sembrerebbe determinare la perdita ciclica di pelo nei topi e che si pensa possa essere responsabile anche della calvizie, o alopecia, negli uomini.

In un rapporto pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, gli scienziati hanno descritto come hanno generato una linea di topi che sono privi del gene Sox21.

"I topi hanno iniziato a perdere peli dal loro undicesimo giorno di vita, cominciando dalla testa fino alla zona della coda", scrivono.

"Tra 20° e 25° giorno, questi topi perdono tutto il loro pelo corporeo, baffi compresi. Stranamente, la ricrescita del pelo inizia pochi giorni dopo ma è seguita da una nuova perdita".

L'alopecia ciclica è continuata per più di due anni ed i ricercatori hanno osservato il topo mutante ha ghiandole sebacee ingrandite che secernono una sostanza grassa attorno ai follicoli ed hanno uno strato di cellule di pelle più spessa durante il periodo di perdita del pelo.

"Il gene è probabilmente coinvolto nella differenziazione di cellule staminali che formano lo strato esterno del capello", hanno scritto i ricercatori, guidati da Yumiko Saga della Division of Mammalian Development al National Institute of Genetics a Mishima.

Gli scienziati hanno esaminato campioni di pelle umana, dove hanno trovato tracce di questo stesso gene.

"Confermiamo che Sox21 è presente anche nei capelli umani ... questi risultati indicano che il gene Sox21 potrebbe essere responsabile in alcuni casi della perdita di capelli negli esseri umani", hanno concluso gli autori.

 
<p>Scienziati identificano gene che potrebbe spiegare la calvizie. REUTERS/Jacky Naegelen</p>