Minori, da oggi per segnalare casi di scomparsa c'è il 116000

lunedì 25 maggio 2009 17:20
 

ROMA (Reuters) - Da oggi la scomparsa di un minore in Italia si può segnalare attraverso un numero di telefono gratuito, 116000, gestito dal Telefono Azzurro.

Ad annunciarlo, in occasione della firma del protocollo di intesa tra l'associazione e Viminale, il ministro dell'Interno Roberto Maroni, che ha sottolineato come il 116000 sia espressione "dell'impegno che il governo italiano mette nella tutela dei minori, nel garantire ai minori in difficoltà un futuro certo, nell'accendere un faro sui 'bambini ombra'".

"Quella di oggi è una tappa importante... nel contrasto a un fenomeno che è tra i più odiosi, lo sfruttamento dei bambini".

Il servizio, che ha potuto contare sull'infrastruttura tecnologica di Telecom, sarà attivo 24 ore su 24, e gli operatori risponderanno sia in italiano che in altre lingue per consentire anche agli stranieri di segnalare la scomparsa di bambini e ragazzi.

Un fenomeno in continua crescita, come ha sottolineato Maroni: "Nel 2008 complessivamente i minori da ricercare sono stati 1.330, di cui 332 italiani", contro i 510 dell'anno prima. E dal 1974 ad oggi i casi registrati sono stati 10.267, di cui 1.810 riguardanti italiani.

OLTRE AL NUMERO UN SITO INTERNET

Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro, ha sottolineato come con l'istituzione del 116000 l'Italia sia "tra le prime dieci nazioni che a livello europeo dispongono di un numero dedicato per la tematica dei bambini scomparsi, accanto a Belgio, Francia, Grecia, Ungheria, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania e Slovacchia".

Con questo numero, che consente l'immediato coordinamento tra le forze dell'ordine e con le polizie estere, "sarà più semplice per un genitore segnalare la scomparsa di un figlio, per fuga volontaria, sottrazione da parte di un altro genitore o rapimento".

Accanto al numero di telefono, da oggi è attivo anche il sito www.116-000.it, con informazioni per capire il fenomeno e suggerimenti per la prevenzione.