Edilizia, sequestrate strutture per mondiali di nuoto a Roma

lunedì 25 maggio 2009 15:48
 

ROMA (Reuters) - Il nucleo della polizia giudiziaria dei vigili urbani di Roma ha eseguito oggi il sequestro di diverse strutture, tra le quali piscine e spogliatoi, del Salaria Sport Village destinato a ospitare alcune gare dei prossimi campionati mondiali di nuoto, nell'ambito di un'indagine per abusi edilizi.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Le fonti hanno precisato che le strutture sequestrate, situate nella località Settebagni, saranno comunque utilizzate per i mondiali se la commissione collaudatrice le riterrà idonee a ospitare sportivi e pubblico.

Il sequestro, disposto dal gip Donatella Pavone su richiesta del pm Sergio Colaiocco per difformità dal piano urbanistico della città di Roma, riguarda anche una piscina in cui dovrebbero tenersi alcune gare dei prossimi mondiali e strutture destinate a ospitare atleti e delegazioni sportive.

L'inchiesta, iniziata circa un mese fa, vede tra gli indagati il commissario straordinario della struttura, Claudio Rinaldi, per lavori come l'ampliamento dell'impianto oltre i limiti consentiti.

La nomina di Rinaldi è stata decisa da una commissione di cui faceva parte anche il sottosegretario alla protezione civile Guido Bertolaso, che sarà sentito domani dalla procura di Roma come persona informata dei fatti.

 
<p>Edilizia, sequestrate piscina e strutture mondiali nuoto a Roma. REUTERS/Sergio Moraes</p>