Oms, annegamenti sono prima causa di morte nei bambini in Europa

venerdì 22 maggio 2009 14:50
 

MILANO (Reuters) - Ogni anno in Europa sono circa 5.000 i bambini che perdono la vita in annegamenti, prima causa di morte nella fascia d'età da uno a quattro anni, ma un'adeguata prevenzione potrebbe permettere di salvare nove vite su 10.

E' quanto emerge dal "Rapporto Europeo sulla prevenzione degli infortuni nei bambini" della sezione europea dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che definisce questi incidenti "un'immensa perdita per la società".

I dati sottolineano però importanti differenze, non solo tra diversi stati, ma anche all'interno di un solo paese, dove i bambini più poveri hanno un rischio fino a 11 volte maggiore di morire per annegamento, si legge nella nota di presentazione del rapporto.

"Se il tasso di mortalità (per annegamento) uguagliasse quello dei paesi con i tassi più bassi, nove vite su 10 potrebbero essere salvate", continua la nota.

Gli interventi proposti dal rapporto per prevenire gli incidenti spaziano dall'ambito della regolamentazione, con la costruzione di recinzioni e la creazione di standard per la supervisione delle piscine, a quello dell'educazione, con l'insegnamento del nuoto e il controllo dei bambini in acqua, e contemplano inoltre l'utilizzo del salvagente e l'esecuzione di una rianimazione immediata.

 
<p>Oms, annegamenti sono prima causa di morte nei bambini in Europa. REUTERS/Denis Balibouse</p>