Cinema, Michael Moore parla di crisi economica in nuovo film

venerdì 22 maggio 2009 08:20
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il produttore e regista Michael Moore, che aveva criticato l'amministrazione Bush in "Fahrenheit 9/11" e il settore sanitario in "Sicko", adesso ha un nuovo obiettivo: la crisi economica globale.

Il regista vincitore di Oscar lancerà il suo documentario ancora senza titolo il 2 ottobre in America del Nord, secondo quanto riferito ieri da Overture Films e Paramount Vantage, che finanziano il progetto.

"I ricchi a un certo punto hanno deciso di non essere ricchi abbastanza", ha detto Moore secondo quanto riportato dalla nota che annuncia l'uscita del film.

"Volevano di più, molto di più. Perciò hanno continuato sistematicamente a privare gli americani dei loro soldi faticosamente guadagnati. Perché lo fanno? E' questo ciò che cerco di scoprire in questo film".

Moore, 55 anni, ha già toccato l'argomento della crisi economica in "Roger and Me", del 1989, in cui ha documentato l'impatto del declino della General Motors sulla città di Flint, nel Michigan.

 
<p>Il regista americano Michael Moore al Festival di Cannes nel 2008. REUTERS/Jean-Paul Pelissier</p>