Salute,la vitamina D può ridurre il declino dell'agilità mentale

giovedì 21 maggio 2009 11:08
 

LONDRA (Reuters) - Incamerare più "vitamine solare" potrebbe rendervi più luminosi col passare degli anni, secondo uno studio pubblicato oggi da cui si evince che la vitamina D può contribuire a mantenere gli anziani in buona salute mentale.

La scoperta aumenta anche la prospettiva che le persone che non ne producono o incamerano abbastanza possano usare degli integratori per mantenere il cervello perfettamente funzionante mentre invecchiano, secondo David Lee e i suoi colleghi dell'Università di Manchester.

"A livello di popolazione, stiamo parlando di un grande numero di persone. Se c'è un link potrebbe potenzialmente avere un effetto significativo", ha spiegato Lee, che ha condotto lo studio, in una intervista telefonica.

La vitamina D, prodotta dal corpo quando la pelle viene esposta alla luce solare, si trova anche in alcuni cibi, come l'olio di pesce. Aiuta ad assorbire il calcio ed è importante per il benessere delle ossa.

I recenti studi hanno anche indicato che la vitamina D può proteggere dai tumori e dalla tubercolosi.

Benché altre ricerche abbiano suggerito un collegamento con l'agilità mentale, le scoperte finora sono state inconsistenti, secondo quanto scritto da Lee e i colleghi sul Journal of Neurology Neurosurgery and Psychiatry.

La nuova ricerca ha paragonato le performance cognitive di oltre 3.000 uomini europei tra i 40 e i 79 anni e ha evidenziato che quelli con livelli bassi di vitamina D avevano performance più scarse nel test dell'abilità mentale.

La ricerca non chiarisce come esattamente la vitamina D agisca sull'agilità mentale ma tra le ipotesi c'è il ruolo della vitamina nell'aumentare alcune attività ormonali o la protezione dei neuroni nel cervello.

I ricercatori hanno però anche sottolineato che la scoperta non vuole invitare la gente ad esagerare coi bagni di sole, che possono aumentare il rischio di tumore alla pelle.

 
<p>Vitamine in vendita in un supermercato Usa. REUTERS/Jessica Rinaldi</p>