Cinema, 'Terminator' va avanti senza Schwarzenegger

giovedì 21 maggio 2009 11:07
 

di Alex Dobuzinskis

LOS ANGELES (Reuters) - Arnold Schwarzenegger era troppo impegnato a guidare la California per salvare il mondo nel nuovo film di "Terminator".

L'attore diventato governatore della California ha recitato nei primi tre film della saga fantascientifica, ma il protagonista del quarto capitolo "Terminator Salvation", nelle sale americane da oggi, è Christian Bale, star di "Batman".

Fedele alla sua celebre battuta "Tornerò", Schwarzenegger ha fatto un breve cammeo, anche se non ha mai messo piede sul set del film.

Grazie ad effetti speciali a computer infatti, il suo volto minaccioso è stato preso da un film precedente e messo sul corpo di un robot Terminator micidiale.

Schwarzenegger potrà non essere amato dagli elettori californiani, colpiti dalla crisi economica, ma i critici sentono la sua mancanza.

"Con l'assenza di Arnold, viene meno un importante ingrediente dell'iconografia di 'Terminator'", scrive l'Hollywood Reporter commentando il nuovo film.

"'Terminator Salvation' ha molta azione. Ma non ha un'anima", ha aggiunto il Los Angeles Times.

Il film, diretto dal produttore di "Charlie's Angels", Joseph Nichol, noto ad Hollywood come McG, porta i visitatori in un mondo di cui gli ultimi tre film avevano mostrato solo brevi frammenti: il pianeta Terra minacciato da un olocausto nucleare, con Bale e l'attore australiano Sam Worthington che guidano la razza umana contro gli androidi.

 
<p>Il nuovo protagonista di Terminator, Christian Bale, alla prima del film "Terminator Salvation". REUTERS/Danny Moloshok</p>