Città del Messico chiede aiuto a U2,Shakira per rilancio turismo

mercoledì 20 maggio 2009 21:31
 

CITTA' DEL MESSICO (Reuters) - Il sindaco di Città del Messico ha chiesto l'aiuto dei cantanti Bono e Shakira per riportare la capitale messicana tra le destinazioni turistiche più ambite, dopo che l'epidemia di influenza H1N1 ha fatto scappare i visitatori.

Marcelo Ebrard, politico di sinistra con aspirazioni presidenziali, ha detto di aver scritto al leader degli U2, alla cantante colombiana e al filantropo miliardario Bill Gates, chiedendo loro di sostenere una campagna pubblicitaria volta a ristabilire l'immagine della città.

L'epidemia influenzale ha svuotato per giorni e giorni le strade solitamente caotiche di Città del Messico, dove continuano a vedersi mascherine protettive, bar e ristoranti chiusi.

"Stiamo vivendo la peggiore emergenza economica della storia recente di Città del Messico. Le sue conseguenze potrebbero essere tragiche per migliaia di famiglie, che vedono il proprio reddito, il proprio lavoro e i propri investimenti in pericolo", ha scritto Ebrard nelle lettere.

Il sindaco ha chiesto alle celebrità, note per il loro impegno contro la povertà e le malattie in tutto il mondo, di 'mettere la faccia' nella campagna pubblicitaria recandosi in visita a Città del Messico.

La nuova influenza, che ha provocato la morte di 74 persone in Messico innescando il timore di una pandemia, ha spinto le autorità a chiudere diverse attività commerciali per giorni e le scuole per due settimane, nel tentativo di limitare il contagio, una mossa che si è rivelata un duro colpo per l'economia.

Ogni anno si recano a Città del Messico circa 12 milioni di turisti, per un quarto carichi di valuta estera.

Per richiamare i turisti messicani nella capitale, Ebrard ha già lanciato una campagna televisiva, che mostra attori di bell'aspetto che fanno shopping e visitano la città su autobus a due piani.