Sottrazione minori, nascono task force e numero verde

mercoledì 20 maggio 2009 16:27
 

ROMA (Reuters) - In dieci anni, i casi di minori sottratti in Italia sono passati da meno di 90 a quasi 260. Per dare risposte unitarie a un fenomeno in crescita, è stata presentata oggi alla Farnesina una task force interministeriale.

"Pensiamo che con la task force possa dare una risposta. Sarà un organismo operativo e tecnico… agile e non burocratico", ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini, spiegando che la struttura dovrebbe riunirsi frequentemente, forse mensilmente.

"Nel 1998 avevamo 89 casi, oggi ne abbiamo 258: c'è stata una crescita esponenziale", ha aggiunto Frattini, precisando che il 60% dei casi riguarda l'ambito europeo.

Se finora i ministeri che si trovano a occuparsi di sottrazioni di minori -- Esteri, Interno, Pari Opportunità -- non sono stati collegati fra loro, la task force farà sì che diventino "il sistema Italia che si occupa omogeneamente, coerentemente del rimpatrio dei minori contesi", ha spiegato il guardasigilli Angelino Alfano.

Il ministro della Giustizia ha sottolineato che nel ddl sicurezza approvato nei giorni scorsi alla Camera e che ora passa al Senato è previsto "il reato di sottrazione di minore all'estero, che prevede la reclusione da uno a quattro anni. Se il fatto è commesso da un genitore, gli si toglie la potestà genitoriale".

Parlando del fenomeno, "in costante crescita", il ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna ha commentato che "c'è da lavorare sicuramente molto, anche per cambiare la mentalità di quei genitori che pensano che i figli siano proprietà privata".

UN NUMERO PER I MINORI SCOMPARSI

Nell'ambito degli sforzi per fronteggiare il fenomeno, dal 25 maggio sarà funzionante una linea telefonica diretta che consentirà di attivare immediatamente polizia e carabinieri.

"Si chiamerà linea telefonica diretta per i minori scomparsi", ha detto il ministro dell'Interno Roberto Maroni, spiegando che "il numero 116000 sarà gratuito, con l'attivazione immediata delle forze dell'ordine".

"Si avvarrà dell'esperienza maturata dall'onlus Telefono Azzurro", a cui sarà affidata la gestione della linea dopo la firma del protocollo, in programma lunedì prossimo.

Intanto Alessandra Mussolini, in rappresentanza della Commissione bicamerale sull'infanzia, propone che per affrontare il problema dei minori scomparsi, che spesso sono extracomunitari che arrivano nel nostro Paese non accompagnati, è necessaria l'istituzione di "uno status giuridico immediato per i minori che entrano in territorio italiano… Il primo diritto del minore è quello all'identità".

 
<p>Il ministro dell'Interno Roberto Maroni. REUTERS/Ciro De Luca/Agnfoto</p>