"Angeli e Demoni" non eguaglia il "Codice" al botteghino

lunedì 18 maggio 2009 09:52
 

LOS ANGELES (Reuters) - "Angeli e Demoni", il nuovo film tratto da un famoso romanzo di Dan Brown su una cospirazione all'interno della Chiesa, ha raccolto 152 milioni di dollari al botteghino in tutto il mondo nel corso del fine settimana, ma non è riuscito a eguagliare l'avvio del suo predecessore "Il Codice Da Vinci".

Il distributore Columbia Pictures ha comunicato ieri che il sequel, costato 150 milioni di dollari, ha incassato circa 48 milioni durante i primi tre giorni di programmazione negli Stati Uniti e in Canada, raggiungendo il primo posto nella classifica del box office, battendo il campione d'incassi della scorsa settimana "Star Trek", che con 43 milioni di dollari è sceso al secondo posto.

Gli esperti del box office si aspettavano che il film aprisse incassando una cifra compresa fra i 40 e i 50 milioni di dollari, e Columbia ha detto di essere contenta del risultato ottenuto.

Il sequel dovrebbe oltrepassare i 150 milioni di dollari di biglietti nel mercato nordamericano, secondo quel che ha dichiarato il presidente della società di distribuzione globale di Sony, Rory Bruer.

Però "Il Codice Da Vinci" nel 2006 aveva aperto vendendo 77 milioni di dollari di biglietti in Nord America, e aveva raggiunto un totale di biglietti venduto in Usa e Canada per 217,5 milioni di dollari.

"Angeli e Demoni" ha incassato inoltre 104,3 milioni di dollari all'avvio in 96 paesi, mentre "Il Codice Da Vinci" aveva incassato 147 milioni di dollari.

 
<p>Tom Hanks alla prima mondiale del film "Angeli e demoni" a Roma. REUTERS/Alessia Pierdomenico</p>