Crisi, bilancio in rosso per gli alberghi italiani

venerdì 15 maggio 2009 16:54
 

ROMA (Reuters) - La crisi economica non risparmia nemmeno il settore alberghiero. Lo indica l'Italian Hotel Monitor del mese di aprile 2009, elaborato da Trademark Italia grazie alla collaborazione di 550 albergatori italiani.

L'indice medio nazionale di occupazione camere si ferma al 65,2%, un calo di 4,8 punti rispetto allo scorso anno. Continua la flessione della domanda in tutte le città d'affari: a Milano il calo è del 9,9%, mentre Torino, Como e Brescia perdono tra il 9 e il 13% di presenze rispetto allo stesso mese del 2008. Il calo è un po' meno marcato nelle tre grandi città d'arte: 3-4% in meno per Venezia e Firenze, mentre Roma perde il 4,5% delle presenze. Diminuzioni pesanti anche Verona, Pisa e Siena che perdono tra il 5 e il 6%.

Nel complesso delle città monitorate si rileva un calo dell'occupazione camere di 4,8 punti rispetto a un anno fa, che corrisponde al 5,3% in meno di presenze alberghiere (una diminuzione mensile di circa 10.000 pernottamenti) rispetto al 2008 nelle 47 città italiane del Monitor.

Le previsioni generali rimangono negative anche per il mese di giugno.