Sotto sequestro la villa di Fabio Cannavaro a Posillipo

giovedì 14 maggio 2009 12:00
 

NAPOLI (Reuters) - La villa di Posillipo del calciatore Fabio Cannavaro, indagato per falso e abusi edilizi, è stata posta sotto sequestro per la terza volta dall'Autorità giudiziaria di Napoli. Lo riferisce una fonte giudiziaria.

Per la villa, in una posizione che consente una vista panoramica su tutto il golfo di Napoli, dal 2006 sono stati contestati al calciatore del Real Madrid diversi abusi edilizi, tanto che le indagini della procura partenopea, seguite dal pm Giuseppe Noviello, tre anni fa hanno portato a un sequestro.

In un primo tempo il sequestro non era stato convalidato dal gip, per venire poi confermato dal Tribunale del riesame e successivamente annullato senza rinvio dalla Cassazione.

Ora il pm Noviello ha chiesto un sequestro preventivo che è stato convalidato dal gip.

Oltre a specifici abusi contestati dai vigili urbani - variazioni di prospetto, ampliamento dei volumi - il pm ha ampliato le contestazioni e ha richiesto il sequestro della villa "perché totalmente difforme" rispetto a quanto era stato autorizzato.

Non è stato possibile al momento raggiungere il calciatore - indagato in concorso con altri soggetti tra i quali alcuni tecnici del comune di Napoli - o suoi rappresentanti per un commento.

 
<p>Il calciatore del Real Madrid e della nazionale italiana Fabio Cannavaro. REUTERS/Felix Ordonez (SPAIN)</p>