Calcio, Albertini: Figc spera ancora di evitare rottura A-B

mercoledì 13 maggio 2009 13:36
 

di Paul Virgo

ROMA (Reuters) - La Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) spera di poter mediare per evitare che la serie A si separi dalla B: lo ha detto il vicepresidente Demetrio Albertini, dopo che il mese scorso tutti i club di A ad eccezione del Lecce hanno annunciato l'inizio di colloqui per dare vita a una "Lega di serie A" dopo il tentativo fallito di trovare un accordo finanziario con quelli di serie B.

Alcuni presidenti di club hanno detto che la mossa è solo questione di tempo, ma che la separazione non è ancora stata resa ufficiale e che in passato la minaccia di una rottura non si è concretizzata.

"La federazione sta tentando di mantenere la situazione attuale", ha detto l'ex centrocampista del Milan e della nazionale a Reuters.

"Che la decisione sia quella di dividersi o di restare assieme, sarà legittima. Ma al momento la federazione deve fare di tutto il possibile per fare in modo che serie A e B dialoghino ed è quel che fa".

Molte squadre di B hanno incontrato di recente problemi finanziari e una separazione potrebbe peggiorare la loro situazione.

Da parte loro, i club di vertice hanno guardato con invidia alla Premier League inglese, che ha prospettato da quando si è separata dalle altre tre divisioni del calcio professionistico inglese nel 1992, ed ha avuto maggior successo che ha proiettato anche in Champions League.

Ma Albertini ha detto che l'Italia non dovrebbe importare in modo integrale modelli stranieri.

"Le caratteristiche del calcio sono diverse in ogni paese. Non si può semplicemente prendere il modello inglese e applicarlo all'Italia, dove abbiamo sempre fatto bene", ha detto.   Continua...

 
<p>Demetrio Albertini durante la partita di addio al calcio nel marzo 2006. REUTERS/Daniele La Monaca</p>