13 maggio 2009 / 09:06 / 8 anni fa

Influenza, Oms esorta a limitare uso di farmaci a casi più gravi

<p>Bambini messicani a scuola con la mascherini.Henry Romero (MEXICO SOCIETY HEALTH EDUCATION)</p>

GINEVRA (Reuters) - I due farmaci utilizzati per curare la nuova influenza dovrebbero essere somministrati con attenzione e solo in caso di necessità su malati cronici, donne incinte e altri pazienti vulnerabili.

Lo hanno detto ieri le autorità sanitarie globali.

L'influenza H1N1 sembra leggermente più contagiosa e grave della normale influenza stagionale, ma solo i pazienti che ne hanno più bisogno dovrebbero assumere i medicinali, anche per mantenere l'efficacia della terapia nel caso il virus diventasse più pericoloso, ha detto il dottor Nikki Shindo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

"Esortiamo a limitare l'impiego dei farmaci antivirali ai gruppi a rischio elevato", ha detto Shindo a una conferenza stampa.

Le persone contagiate dal virus sono 5.251 in 30 paesi, secondo i dati confermati dall'Oms. L'epidemia si è diffusa in tutto il mondo, con sei nuovi casi confermati in Colombia, due in Finlandia, due in Thailandia e due in Cina.

Gli Stati Uniti hanno il numero maggiore di contagi, con 3.009 casi confermati in 45 stati, altri 600 casi probabili e tre decessi. In Messico sono state confermate 58 morti provocate dall'influenza, mentre Canada e Costa Rica hanno registrato un decesso a testa a seguito dell'infezione.

Negli Usa soltanto 116 malati sono ricoverati in ospedale, ma la dottoressa Anne Schuchat, dei Centri Usa per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (Cdc), ha detto che le donne in gravidanza sono particolarmente vulnerabili alla nuova influenza, e dovrebbero ricevere cure tempestive.

"Attualmente stiamo monitorando circa 20 casi di donne incinte in cui è stato rilevato il virus", ha detto Schuchat ai giornalisti.

ROCHE AUMENTA PRODUZIONE TAMIFLU

Ogni anno l'influenza stagionale uccide fino a 500.000 persone in tutto il mondo, ma Shindo sostiene che, almeno in Messico, il virus H1N1 stia causando problemi più gravi. Nonostante questo, ha aggiunto, la maggior parte dei pazienti può guarire anche senza assumere medicinali.

La casa farmaceutica svizzera Roche AG, che produce l'antivirale Tamiflu su licenza di Gilead Sciences, ha dichiarato che donerà 5,65 milioni di confezioni del farmaco all'Oms per combattere la pandemia. Roche ha aggiunto che sta aumentando la produzione di Tamiflu, noto genericamente come oseltamivir.

L'altro farmaco raccomandato contro il nuovo virus influenzale è il Relenza, (zanamivir), prodotto da GlaxoSmithKline su licenza dell'australiana Biota.

Secondo le previsioni dell'Oms, il virus H1N1 potrebbe arrivare a contagiare un terzo della popolazione mondiale.

"La gravità di una pandemia è influenzata anche dalla sua tendenza a diffondersi in tutto il mondo in almeno due, a volte tre, ondate", ha detto l'Oms in una nota.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below