Crisi, in Italia solo il 38% delle giovani coppie acquista casa

martedì 12 maggio 2009 17:33
 

MILANO (Reuters) - Le giovani coppie italiane che cercano casa vogliono abitare in centro città per godere dei servizi e dei divertimenti, ma i costi sono elevati, e soltanto il 38% di loro può permettersi l'acquisto di un immobile, mentre gli altri devono ricorrere all'affitto o addirittura, nel 17% dei casi, rimandare la convivenza.

E' quanto emerge da un'indagine del sito web Immobiliare.it, condotta nel mese di maggio su oltre 15.000 coppie tra i 18 e i 28 anni che hanno cercato casa sul portale della società.

"Il prezzo rimane il punto determinante nella scelta", ha commentato Carlo Giordano, amministratore delegato di Gruppo Immobiliare.it, in una nota. "Specie se si considera che moltissimi hanno contratti di lavoro precari e, comunque, i primi salari sono ancora limitati per l'accesso al mutuo".

A conferma dell'importanza attribuita al prezzo, gran parte (55%) delle coppie che possono comprare casa non cerca soluzioni di nuova costruzione, ma locali "in condizioni buone".

Il sondaggio, svolto nel periodo dell'anno con la concentrazione più elevata di matrimoni, evidenzia inoltre che nel 63% dei casi è la donna a occuparsi della ricerca, e che gli appartamenti più richiesti sono il bilocale (47%) e il trilocale (34%).

Alcune differenze si registrano però a seconda della zona d'Italia: al centro nord si cercano soprattutto soluzioni da 60-80 mq, e la spesa media a cui si è disposti oscilla tra 130.000 e 175.000 euro, mentre al Sud, dove le metrature più richieste variano tra i 70 e i 100 mq, il costo che le giovani coppie possono permettersi è più basso, tra 95.000 e 120.000 euro.

Questo dipende soprattutto dalle diverse prospettive future, sostiene Giordano. "Al Nord si è più abituati al pensiero che la casa verrà cambiata nell'arco dei successivi 4-5 anni in funzione dello sviluppo del nucleo famigliare. Al Sud c'è una minore mobilità, quindi la casa deve 'durare' per molto più tempo e, necessariamente, già all'atto dell'acquisto, deve essere più grande".