Papa in Terra Santa, criticato in Israele

martedì 12 maggio 2009 21:25
 

di Philip Pullella e Jeffrey Heller

GERUSALEMME (Reuters) - Il portavoce ufficiale del Vaticano ha detto oggi che il tedesco Papa Benedetto XVI non è mai stato membro della gioventù di Hitler, mentre il disappunto di parte israeliana per la mancanza di emozione nelle sue dichiarazioni sull'Olocausto hanno marcato negativamente il suo primo viaggio in Terra Santa.

Il presidente del Parlamento israeliano Reuven Rivlin, facendo eco a molti suoi connazionali, ha accusato il Pontefice di aver mostrato distacco per il dramma degli ebrei sotto il regime nazista, e parlando di Papa Ratzinger lo ha definito "un tedesco che ha fatto parte della Gioventù Hitleriana e... dell'esercito di Hitler".

Padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano, ha negato in prima battuta che l'82enne Papa abbia mai fatto parte del movimento giovanile hitleriano. Ma quando i giornalisti gli hanno fatto notare che era stato lo stesso Ratzinger a scriverlo in un libro del 1996, ha spiegato che "è stato arruolato involontariamente nella Gioventù Hitleriana ma non ha avuto una partecipazione attiva".

Nel libro "Il Sale della Terra", una raccolta di riflessioni religiose e autobiografiche del 1996, basato su interviste con il giornalista tedesco Peter Seewald, l'allora cardinale Joseph Ratzinger ha raccontato di essere stato automaticamente arruolato nella gioventù di Hitler.

Alla domanda se ne sia mai stato membro, l'attuale Papa rispose: "All'inizio non lo eravamo, ma poi quando nel 1941 l'ingresso nella gioventù di Hitler è diventato obbligatorio, mio fratello è stato obbligato ad arruolarsi. Io ero ancora troppo giovane, ma più avanti, quando ero in seminario, sono stato registrato nella gioventù di Hitler. Appena finito il seminario, ne sono uscito".

Ratzinger ha anche detto di aver fatto parte di batterie anti-aeree e di essere stato coscritto nella fanteria tedesca durante la guerra.

"La gioventù di Hitler era un corpo di volontari, ideologicamente e fanaticamente d'accordo con i nazisti", ha detto Lombardi. Il corpo ausiliario anti-aereo in cui il Papa era arruolato verso la fine della guerra "non aveva assolutamente niente a che fare con la gioventù di Hitler, con i nazisti, o con l'ideologia nazista", ha aggiunto il portavoce.

"E' importante dire ciò che è vero e non dire ciò che è falso su un argomento sensibile come questo".   Continua...

 
<p>Papa Benedetto XVI. REUTERS/Ammar Awad (JERUSALEM RELIGION POLITICS)</p>