Calciopoli, pm chiedono 5 anni per Giraudo, altre 10 condanne

lunedì 11 maggio 2009 13:24
 

NAPOLI (Reuters) - La procura di Napoli ha chiesto oggi le prime 11 condanne per gli imputati nello scandalo Calciopoli: si va da cinque anni di reclusione per Antonio Giraudo, ex amministratore delegato della Juventus, a un anno per due assistenti arbitri.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

I pm Giuseppe Narducci e Filippo Beatrice hanno concluso la requisitoria del processo che si sta svolgendo per rito abbreviato, chiedendo, oltre alla condanna di Giraudo, accusato di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva, due anni per Tullio Lanese, ex presidente dell'Associazione Italiana Arbitri.

Per gli arbitri i pm hanno chiesto tre anni e sei mesi per Tiziano Pieri, due per Stefano Cassarà, Paolo Dondarini e Marco Gabriele, un anno e quattro mesi per Domenico Messina e Gianluca Rocchi. Sul fronte degli assistenti, la pubblica accusa ha chiesto tre anni per Duccio Baglioni, uno per Giuseppe Foschetti e Alessandro Griselli.

Giraudo aveva chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato il 7 luglio del 2008, durante l'udienza preliminare del procedimento su Calciopoli.

Degli 11 imputati che hanno chiesto il rito abbreviato, sono sei quelli accusati di associazione a delinquere. Oltre a Giraudo e Lanese, questa accusa riguarda gli arbitri Cassarà, Pieri e Gabriele e l'assistente Baglioni. Per gli altri cinque, gli arbitri Dondarini, Messina e Rocchi e gli assistenti Foschetti e Griselli, l'accusa è legata solo alla frode sportiva.

L'udienza è ancora in corso di svolgimento e si concluderà con la deposizione delle parti civili. Fonti giudiziarie riferiscono che una nuova udienza potrebbe essere convocata per il 4 giugno, dal momento che devono ancora parlare gli avvocati difensori.

La decisione del collegio giudicante, sempre secondo fonti giudiziarie, non è attesa prima della fine dell'estate.

 
<p>Antonio Giraudo, ex amministratore delegato della Juventus. REUTERS/Dario Pignatelli (ITALY)</p>