Usa, giudice respinge richiesta revisione condanna Polanski

venerdì 8 maggio 2009 08:38
 

LOS ANGELES (Reuters) - Un giudice di Los Angeles ha respinto la richiesta del regista Roman Polanski di rivedere la condanna subita nel 1978, per aver fatto sesso con una 13enne, a causa del comportamento sbagliato dei magistrati.

Il giudice della Corte di Los Angeles, Peter Espinoza, ha detto che non può esaminare il caso fino a quando Polanski, che ha lasciato gli Usa per recarsi in Francia, non comparirà in tribunale.

I difensori del regista hanno detto questa settimana che Polanski non rientrerà negli Stati Uniti per contestare personalmente la sua condanna perché altrimenti verrebbe subito arrestato. Il regista non può essere estradato dalla Francia.

I legali di Polanski hanno detto che ricorreranno in appello contro la sentenza di Espinoza, sostenendo che l'errato comportamento dei magistrati e del giudice di allora ha privato Polanski del suo diritto ad avere un giusto processo.

Polanski, 75 anni, ha diretto film come "Rosemary's Baby" e "Chinatown". Nel 2002 ha vinto l'Oscar per "Il Pianista". Il regista cercava da tempo di ottenere la revisione della condanna affermando che il giudice che emise la sentenza sul caso fu imbeccato dal procuratore.

 
<p>Il regista Roman Polansky. REUTERS/Bogdan Cristel REUTERS BC</p>