Galapagos, biodiversità a rischio per cambiamenti climatici

giovedì 30 aprile 2009 09:25
 

WASHINGTON (Reuters) - L'ambiente unico delle Isole Galapagos, secondo gli scienziati, è seriamente minacciato dai cambiamenti climatici.

Flora e fauna rischiano malattie, riduzione delle risorse alimentari e danni all'habitat costiero a causa del riscaldamento degli oceani e dell'aumento del livello del mare.

"Se vogliamo che l'unicità della biodiversità delle Galapagos sopravviva per le generazioni future dobbiamo aiutarla ad adattarsi ai cambiamenti climatici", ha detto Emily Pidgeon di Conservation International, che la scorsa settimana ha organizzato uno workshop nell'arcipelago del Pacifico.

Le Galapagos, che si trovano a circa 970 chilometri dalla costa sudamericana all'altezza dell'Equatore, fanno parte dell'Ecuador. Il naturalista inglese Charles Darwin sviluppò la teoria dell'evoluzione nel 19esimo secolo dopo aver studiato l'ambiente di questo arcipelago.

Una delle specie più a rischio è il leone marino, che potrebbe essere minacciato da una diminuzione del numero di pesci, la sua principale fonte di cibo, e da un incremento delle malattie, spiegano gli scienziati in un comunicato.

I pinguini delle Galapagos potrebbero aver bisogno di luoghi per ricreare le condizioni adatte per nidificare e proteggersi da nuovi predatori.

La barriera corallina è minacciata da cambiamenti nella temperatura e nel grado di acidità dell'oceano, e le acque più calde stanno spingendo un maggior numero di pesci tropicali del Pacifico verso la parte settentrionale dell'arcipelago.

L'iguana marina, già considerata a rischio, potrebbe dover fare i conti con livelli più alti di mortalità, e il cormorano attero (che non vola) potrebbe essere minacciato dall'inondazione dei nidi e da altri cambiamenti ambientali.