Usa, Obama festeggia i suoi primi 100 giorni di presidenza

mercoledì 29 aprile 2009 14:00
 

Di Caren Bohan

WASHINGTON (Reuters) - Barack Obama festeggia oggi i primi 100 giorni da presidente degli Stati Uniti, 100 giorni caratterizzati da un profondo cambiamento nelle politiche degli Usa, dall'economia al cambiamento climatico, fino alle relazioni con l'Iran.

Gli analisti politici hanno frenato l'entusiasmo con cui alcuni avevano giudicato le nuove politiche di Obama, sostenendo che è ancora presto per verificare se la lunga lista di iniziative intraprese dal nuovo presidente avrà successo.

La Casa Bianca ha preparato delle iniziative in grande stile per questa ricorrenza, dalla visita del presidente ad Arnold, Missouri, alla conferenza stampa, organizzata alla Casa Bianca per le 20 ora locale (le 2 in Italia).

E' probabile che Obama, la cui popolarità è salita oltre il 60%, sfrutti questi incontri pubblici anche per fornire aggiornamenti sulla sua agenda, che comprende la revisione del sistema sanitario, la ristrutturazione del sistema bancario, il salvataggio del settore dell'auto, la lotta al surriscaldamento globale e il miglioramento dei rapporti con i paesi esteri.

La tradizione di celebrare i 100 giorni di presidenza risale a Franklin Delano Roosvelt, che riuscì a portare a termine ben 15 progetti di legge in quel lasso di tempo, da quando divenne presidente nel 1933,cioè nel pieno della Grande Depressione.

Nessun presidente, dopo Roosvelt, ha avuto la capacità di fare così tanto in così poco tempo, un record che ha sempre affascinato anche i media americani.

"Non c'è niente di speciale nei primi 100 giorni", ha detto Ross Baker, professore di scienze politiche alla Rutgers University. "Io credo che sia la gente a cercare costantemente dei punti di riferimento".

Come esempio della scarsa valenza di queste misurazioni, molti analisti prendono ad esempio i primi 100 giorni dell'amministrazione Bush.

I due mandati del presidente repubblicano sono stati segnati da decisioni come la guerra in Iraq, che seguì gli attacchi dell'11 Settembre, avvenuti, però, ben oltre i primi 100 giorni, ovvero a quasi nove mesi dall'inizio della sua presidenza.