Berlusconi a Veronica: spiace creda a stampa di sinistra

mercoledì 29 aprile 2009 19:26
 

di Francesca Piscioneri

VARSAVIA (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi risponde alle critiche di sua moglie dicendosi dispiaciuto che anche lei, la Signora, abbia creduto alle indiscrezioni stampa sulle prossime candidature femminili del Pdl alle elezioni europee. Allo stesso tempo attacca i giornali "di sinistra" che hanno diffuso informazioni infondate sulle liste e l'opposizione, rea di non innovare e di riproporre candidati "maleodoranti e mal vestiti".

E nel pomeriggio svela i nomi di tre giovani candidate, che non sono ex veline: Barbara Matera (ex annunciatrice), Lara Comi (giovane forzista lombarda) e Licia Ronzulli (fisioterapista).

"Anche la Signora ha creduto a quello che hanno messo in giro i giornali, mi dispiace", ha detto Berlusconi ai cronisti che stamani gli hanno chiesto un commento sulle critiche di Veronica Lario alle liste, definite "ciarpame senza pudore".

"Succede a volte alle donne di essere nervose...", ha aggiunto il premier nel pomeriggio.

Nei giorni scorsi molte sono state le polemiche sui rumour stampa che indicavano ex veline e donne dello spettacolo in corsa con il Pdl per un seggio a Strasburgo.

Ma su questo Berlusconi rilancia e annuncia: "Farò campagna elettorale a fianco di queste veline che parleranno insieme con me e alle quali farò dire quali sono i loro titoli di studio e che cosa hanno fatto fino adesso, le lascerò parlare e vedremo ancora una volta come questa stampa di sinistra non abbia mai smesso di fare disinformazione e di costruire manovre per delegittimare l'avversario politico con la complicità dell'opposizione". Per loro sarà un "boomerang", aggiunge parlando a Varsavia prima di incontrare il presidente polacco Lech Kaczynski.

Già nel 2007 Veronica Lario era uscita allo scoperto criticando l'atteggiamento del premier in fatto di donne. Allora il casus belli erano stati gli apprezzamenti rivolti da Berlusconi ad alcune signore in occasione di una cena di gala - "se non fossi già sposato la sposerei subito", "con te andrei ovunque", aveva fra l'altro detto.

EUROPEE: OPPOSIZIONE CANDIDA VECCHI ARNESI MALEODORANTI   Continua...

 
<p>Veronica Lario, e dietro di lei il marito, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>