29 aprile 2009 / 08:36 / tra 8 anni

Britney Spears, due ex collaboratori condannati a starle lontano

<p>La cantante Britney Spears sul palco. REUTERS/Lucas Jackson</p>

LOS ANGELES (Reuters) - Il giudice della corte d‘appello di Los Angeles Aviva Bobb ha condannato Sam Lufti, sedicente manager di Britney Spears, a stare lontano dalla cantante per tre anni, dopo che il padre della Spears l‘aveva accusato di tentare di appropriarsi dei beni della cantante, che sono sotto controllo legale proprio del padre di Britney, Jamie Spears.

La stessa condanna è stata comminata a Jon Eardley, sedicente legale della Spears. I due uomini, gli avvocati dei quali hanno definito la condanna ingiustificata, dovranno rimanere a più di 100 metri dalla cantante, dalla sua famiglia e dalle sue abitazioni.

I tre anni di allontanamento dalla Spears costituiscono l‘ampliamento di una condanna simile, già emessa nei confronti dei due all‘inizio di quest‘anno.

Una giuria aveva posto i beni di Britney Spears sotto custodia lo scorso anno, dopo che la cantante era stata ricoverata in un ospedale psichiatrico. Uno dei legali di Jamie Spears ha dichiarato che Lufti e Eardley avevano costantemente importunato la cantante 27enne e che Eardley aveva anche gestito pratiche legali a suo nome, benché non rappresentasse in alcun modo ufficialmente la Spears.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below