Francia cala Iva su ristoranti, conti meno salati

sabato 25 aprile 2009 15:02
 

PARIGl (Reuters) - Il governo francese e i ristoratori pubblicheranno martedì prossimo una lista dei prodotti i cui prezzi caleranno di almeno il 10% in cambio della diminuzione dell'Iva dal 19,6 al 5,5% nel settore della ristorazione.

In un'intervista pubblicata nell'edizione odierna del "Journal du Dimanche", il segretario di Stato al Commercio, Hervé Novelli, e il presidente del sindacato di albergatori e ristoratori, Christine Pujol, hanno reso noto il "contratto" che sarà presentato martedì.

Oltre all'accordo sui prezzi - che sarà sottoposto a verifica ogni sei mesi - ci sarà anche un'intesa contro il lavoro nero, scrive il giornale.

Cinque sindacati hano però chiesto una contropartita sociale alla riduzione dell'Iva, come la 13esima e un indennizzo per i trasporti.

La riduzione dell'Iva al 5,5%, che il settore spera di vedere applicata da luglio, porterà nelle casse dello Stato francese 2,5 miliardi di euro in meno l'anno, secondo il ministro del Bilancio Eric Woerth.

Undici paesi europei su 27 applicano una Iva ridotta nel settore della ristorazione, che in Francia impiega quasi 900.000 persone in 180.000 imprese.