La Royal Opera House si affida a Domingo per superare la crisi

mercoledì 22 aprile 2009 16:29
 

LONDRA (Reuters) - La Royal Opera House di Londra ha ingaggiato il tenore Placido Domingo affinché la aiuti ad uscire dalla recessione nella prossima stagione, nella quale l'artista realizzerà una storica doppietta, esibendosi come tenore nel "Tamerlano" di Handel e come baritono nel "Simon Boccanegra" di Verdi.

Il cantante spagnolo interpreterà il suo 26esimo ruolo nell'Opera House, quando apparirà in Tamerlano nel marzo 2010, e debutterà come baritono in Simon Boccanegra tre mesi dopo.

"Mi sono sentito subito a casa al Convent Garden, da quando ho esordito nel 1971. Sono un grande ammiratore del direttore Tony Pappano e di quello che ha ottenuto con la Royal Opera", ha dichiarato oggi Domingo, dopo l'annuncio del programma della stagione.

"Sarà un piacere per me tornare la prossima stagione e presentare al pubblico londinese i miei due ruoli più recenti", ha aggiunto il cantante e direttore d'orchestra in un comunicato.

A causa della sua reputazione, che la vuole molto cara, sia come prezzi dei biglietti che come costi di produzione, per la Royal Opera House si prospetta una stagione, la 2009-2010, molto difficile.

Nonostante la recessione, il teatro ha deciso di confermare il programma originale per la stagione.

"Ci sono molti teatri d'opera nel mondo che hanno dovuto cambiare i propri repertori", ha detto Pappano ai giornalisti. "Per quanto ci riguarda, abbiamo sentito che questa non era la decisione giusta".

Il direttore esecutivo del teatro Tony Hall ha detto che la reputazione della Royal Opera House poteva risultare intaccata se il pubblico avesse avuto l'impressione di un programma meno rischioso, con spettacoli di repertorio già visti.

Hall ha manifestato la speranza che il teatro possa riprendersi anche entro la fine di questa stagione.

"Fino a questo momento, il numero degli spettatori si sta mantenendo buono".