Cinema, Hugh Jackman entra tra gli immortali di Hollywood

mercoledì 22 aprile 2009 16:21
 

Di Bob Tourtellotte

LOS ANGELES (Reuters) - Hugh Jackman, stella del film che uscirà a breve "X-Men Origins: Wolverine", è entrato ieri nella storia di Hollywood, lasciando l'impronta della sua mano e del suo piede nel cemento davanti al famoso Teatro Cinese di Grauman.

La casa del cinema, su Hollywood Boulevard, è una grande attrazione turistica dove, per 82 anni, star del calibro di Cary Grant e Judy Garland sono state onorate con un calco della loro mano e del loro piede, posti esattamente nello spiazzo davanti al teatro.

Jackman ha percorso il tragitto del viale con la moglie, sottolineando come questa fosse la prima volta che visitava uno dei simboli di Hollywood, approfittandone per porre le mani sull'impronta dell'attore comico Peter Sellers.

"Eccoci qui, 12 anni dopo", ha detto alla folla che si era riunita per la cerimonia.

"E' un grande onore per un attore essere qui. Guardi i nomi che ci sono sull'asfalto, da Fred Astaire a Cary Grant, a Clint Eastwood, Al Pacino, Steve Mc Queen, John Wayne e pensi che sono ormai degli immortali. E presto anche io metterò le mie mani nel cemento bagnato", ha commentato Jackman, prima di iniziare la cerimonia.

Tra due settimane, l'attore debutterà con il nuovo film "X-Men Origins", ancora una volta nei panni del "mutante" Wolverine, che combatte contro altri, malvagi mutanti che tentano di controllare il mondo.

Wolverine possiede lame affilate che spuntano dalle mani ed è, in assoluto, uno dei personaggi più famosi della saga degli X-Men.

Ci sono stati tre film basati sul fumetto X-Men che, insieme, hanno incassato più di 1,1 miliardi di dollari ai botteghini.

Jackman, 40 anni, è conosciuto come un attore versatile, avendo recitato in film che variano dall'avventuroso "Swordfish" al romantico "Australia".