Crisi, gli italiani e la casa: si al risparmio ma con stile

martedì 21 aprile 2009 17:22
 

MILANO (Reuters) - In periodo di crisi economica, gli italiani si dimostrano attenti ai costi ma non rinunciano a spendere per la casa. Lo rivela il sondaggio "Gli italiani e l'arredamento", presentato da Casa.it, il principale portale immobiliare del paese.

Sulle 700 persone che hanno partecipato al sondaggio online, infatti, solo il 28% ha dichiarato di non pianificare alcun cambiamento nell'arredamento di casa, il 27% ha risposto di prevedere un rinnovo entro i prossimi cinque anni, mentre il 45% ha previsto tempi più lunghi.

In tempi di recessione, il nuovo trend è diventato quello del risparmio energetico. Le lampadine a basso consumo sono diventate il nuovo oggetto necessario per il 35% degli intervistati.

Se la crisi non ha intaccato la passione degli italiani per l'arredamento della propria casa, ha però certamente modificato le abitudini. La scelta di frigoriferi di classe A (per il 12%), l'attenzione allo spegnere le luci quando si esce da una stanza (28%) e l'evitare la funzione stand by degli elettrodomestici (26%) rappresentano inequivocabilmente la crescente attenzione per il risparmio energetico ed economico.

L'attenzione ai costi non significa, però, rinuncia alla qualità e al design. I mercatini dell'usato non sembrano attecchire in Italia nemmeno in tempi non prosperi: solo il 7% dei partecipanti acquista infatti componenti d'arredo d'occasione o di seconda mano. Al primo posto nella classifica dei punti vendita si piazzano le boutique di design (38%), dove è possibile trovare pezzi unici. A ulteriore conferma che il design la fa da padrone, il 36% ha risposto di acquistare nei grandi magazzini specializzati (come per esempio Ikea), la cui offerta coniuga convenienza, innovazione e attenzione agli stili del momento.

L'oggetto a cui gli italiani sono affezionati di più, invece, è il letto. Il 49% degli intervistati ha dichiarato che lo conserverebbe anche in caso di trasloco. Nella classifica degli oggetti da sogno per la casa, svetta il barbecue sul terrazzo con il 42% dei voti, seguito, a distanza però, dalla cabina armadio, dalla vasca idromassaggio e dalla cromoterapia che si aggiudicano il 19% dei voti.

 
<p>In periodo di crisi economica, gli italiani si dimostrano attenti ai costi ma non rinunciano a spendere per la casa. Lo rivela il sondaggio "Gli italiani e l'arredamento", presentato da Casa.it, il principale portale immobiliare del paese. Nella foto un pezzo della collezione Armani Casa. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>