Musica, opinioni contrastanti su successo di Boyle a talent show

lunedì 20 aprile 2009 18:17
 

di Mike Collett-White

LONDRA (Reuters) - Una zitella di mezz'età dai capelli scompigliati e dai modi franchi ha catturato milioni di appassionati di musica e disatteso ogni aspettativa degli esperti diventando famosa dopo aver cantato in Tv ad un talent show britannico.

Susan Boyle, 47 anni, è diventata una delle celebrità più popolari del mondo questo mese nel giro di una notte, dopo aver cantato "I Dreamed a Dream" al "Britain's Got Talent".

E' stata ospite al Larry King Live negli Stati Uniti ed è comparsa in innumerevoli giornali e articoli su internet. Il video della sua esibizione è stato guardato circa 50 milioni di volte su YouTube.

Ma mentre la maggior parte della gente vede la sua storia come una favola, alcuni sostengono che metta in cattiva luce il pubblico per i suoi preconcetti sulla bellezza e la fama.

Sostengono infatti che Boyle, che vive da sola con il suo gatto, sia diventata una star all'istante proprio perché non ha le sembianze o l'atteggiamento della "tipica" celebrità.

"Nessuna donna va a cantare in pubblico se non sembra Mariah Carey. Se sei una cantante donna, la legge del mondo dello spettacolo ti chiede di essere sempre sexy", ha detto Miranda Sawyer in un commento al Daily Mirror.

Tanya Gold, che scrive per il quotidiano Guardian, ha chiesto: "Susan Boyle è brutta? o lo siamo noi?"

"Portando questa Susan al successo, perdoniamo noi stessi per aver stroncato tutte le altre Susan. E' una redenzione molto parziale e avvelenata".   Continua...