Cina, capo sicurezza nucleare mette in guardia da pericoli

lunedì 20 aprile 2009 13:25
 

PECHINO (Reuters) - La Cina dovrà fronteggiare problemi legati alla sicurezza ed ai rischi ambientali riguardanti le scorie radioattive se il suo settore di energia nucleare si espanderà troppo velocemente. E' quanto ha dichiarato oggi il suo capo della sicurezza nucleare.

La Cina, secondo consumatore al mondo di energia e carburante dopo gli Stati Uniti, prevede di quadruplicare la sua capacità di produzione di energia nucleare nel prossimo decennio a circa 40 gigawatt, con un'accelerazione da uno stadio embrionale in cui negli ultimi tre decenni ha realizzato impianti solo per meno di 10 GW.

"Al momento attuale, se non siamo pienamente consapevoli della crescita eccessivamente rapida del settore, questo sarà un pericolo per la qualità della costruzione e la sicurezza delle operazioni negli impianti nucleari", ha dichiarato Li Ganjie, direttore dell'amministrazione per la sicurezza nucleare nazionale nel corso della conferenza internazionale ministeriale sull'energia nucleare.

Questa mancata consapevolezza, ha aggiunto, minerebbe anche i piani del Paese per l'utilizzo di maggior tecnologia nazionale ponendo problemi nella questione dello smaltimento delle scorie, ha detto Li, che è anche viceministro per la Protezione Ambientale.