20 aprile 2009 / 11:28 / 8 anni fa

Attenzione clienti, i ristoranti arrivano su Twitter

<p>Kogi, ristorante coreano itinerantee nella zona di Los Angeles, &egrave; sbarcato su Twitter.Danny Moloshok (UNITED STATES BUSINESS)</p>

di Lisa Baertlein

LOS ANGELES (Reuters) - Kogi, ristorante coreano itinerantee nella zona di Los Angeles, è sbarcato su Twitter, facendosi strada verso la notorietà internazionale e ispirando ristoratori alla ricerca di nuovi modi per attirare clienti in questo periodo di profonda recessione.

Twitter, sito gratuito di social networking, è un ingrediente fondamentale del successo di Kogi. Il sito, che era nato per permettere agli utenti di leggere brevi messaggi da 140 caratteri di amici e celebrità, sta rapidamente diventando un potente nuovo mezzo impiegato dalle aziende per parlare direttamente ai propri clienti.

Dato che i furgoni di Kogi visitano le zone tutto intorno a Los Angeles, il brand director Mike Prasad ha voluto creare un luogo in cui tutti i suoi estimatori potessero riunirsi.

"Dovevamo creare una 'casa' per loro. Twitter è stata la soluzione naturale", ha detto Prasad.

Il progetto ha funzionato. Dal lancio a novembre, Kogi ha attratto oltre 15.000 seguaci su Twitter (twitter.com/kogibbq).

IGNORARLO E' UN RISCHIO

"Non c'è niente di più veloce di Twitter per comunicare", ha spiegato Aaron Allen, AD dell'azienda di consulenza alla ristorazione Quantified Marketing Group. "Devi essere un completo idiota per ignorarlo".

La 'nuvola' di conversazione su Twitter può dare alle aziende un'idea anticipata sulla fiducia dei consumatori, ha aggiunto Shiv Singh, direttore per i social media globali all'azienda di pubblicità e marketing Razorfish, aggiungendo che gli utenti più assidui di Twitter tendono ad avere punti di vista estremi e ad essere influenti.

E i messaggi negativi, come le brutte notizie, si diffondono velocemente.

Domino's Pizza, l'ultima vittima di pubblicità negativa sul Web, ha lanciato recentemente un account su Twitter all'indirizzo twitter.com/dpzinfo per rispondere al video, caricato per scherzo da alcuni dipendenti e visto il tutto il mondo, che mostrava, tra le altre cose, un dipendente che si metteva il formaggio nel naso prima di usarlo per farcire i panini.

Twitter è molto facile da usare, ma alcuni esperti sostengono che non esiste successo realizzabile senza fatica.

"Richiede tempo e deve essere aggiornato spesso", ha detto Chris Brogan, presidente di New Marketing Labs, una compagnia di marketing sui nuovi media. "Se rimani in silenzio si vede. Non è come evitare di rispondere al telefono".

TWITTER

Starbucks ha oltre 140.000 fan su Twitter.

"Per noi è un modo di rispondere alle domande e tenerci in contatto", ha spiegato Brad Nelson, che supervisiona l'attività su Twitter.

McDonald's e Burger King invece non hanno ancora creato i propri account aziendali. Rappresentanti delle due aziende hanno detto che stanno esplorando il settore. Nel frattempo Burger King -- che è tra i più all'avanguardia in materia di tecnologia nell'industria della ristorazione -- ha dichiarato che la compagnia si tiene in contatto con l'operatore della pagina dei fan, twitter.com/theBKlounge.

Michael Breed, marketing manager senior al ristorante Maggiano's Little Italy di Brinker International , ha attratto oltre 3.000 seguaci dalla metà di febbraio.

A Los Angeles, i ristoranti stanno cercando nuovi modi per spiccare tra i sempre più numerosi concorrenti.

Quinn Hatfield, del ristorante Hatfield's di Beverly Hills, scrive su Twitter i pro e i contro della creazione di nuovi piatti, corredando i messaggi con foto che fanno venire l'acquolina in bocca.

In un'altra zona della città, il co-proprietario di Tender Greens, Erik Oberholtzer, usa Twitter per tenere dei tabulati dei fan più convinti e per portare il marketing online ad un livello successivo.

Nick Kaufman di Rush Street premia i clienti che sono suoi fan su Twitter, ad esempio offrendo loro bevande gratis mentre mangiano alla tavola calda di Culver City.

"E' come se io fossi l'uomo dietro al sipario", ha detto Kaufman, che gestisce il marketing online del ristorante. "La gente realizza che se ci segue può ottenere qualcosa in cambio".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below