Formula Uno, Button risponde per le rime a Briatore

venerdì 17 aprile 2009 14:15
 

Di Nick Mulvenney

SHANGHAI (Reuters) - L'attuale leader del campionato di Formula Uno Jenson Button ha replicato all'attacco di Flavio Briatore sul suo modo di guidare, sostenendo che il capo della Renault aveva tentato di ingaggiarlo per questa stagione.

Briatore aveva dichiarato ai media italiani che la decisione della Corte d'Appello della Fia di convalidare i diffusori utilizzati dalla Brawn Gp aveva sostanzialmente deciso il mondiale, definendo l'inglese "veloce come un paracarro".

"Briatore così danneggia la credibilità della Formula Uno. E si ricordi che ha tentato di ingaggiarmi per questa stagione", ha detto il 29enne pilota inglese, che ha vinto le prime due gare della stagione.

"E' ovviamente molto arrabbiato per come è terminata la questione dei diffusori ed è ovviamente molto deluso per aver progettato una vettura che non è competitiva come la nostra. Noi abbiamo una grande macchina grazie al lavoro fatto dalla nostra squadra. Non è giusto privarla di questo merito".

La Brawn Gp è formata dal management licenziato dalla Honda, dopo che la casa giapponese aveva deciso di non proseguire l'avventura in Formula Uno e, per un certo periodo, non è nemmeno stata sicura di poter prendere parte a questo mondiale.

Ma già dai test invernali, la vettura britannica ha dimostrato di essere la più veloce in pista e la decisione di mercoledì della Fia, che ha giudicato regolari i suoi diffusori, non può che renderla la grande favorita per il titolo.

Briatore ha detto che colmare il gap tecnico costituito dall'utilizzo dei diffusori non è possibile e che questa vicenda non farà altro che intaccare la credibilità del circus.

"Le dichiarazioni di Briatore non sono corrette, il team ha lavorato molto duramente in circostanze difficili", ha aggiunto Button, che ha realizzato il miglior tempo, questa mattina, in due sessioni di prove libere del gran premio di Cina.

"Quando i regolamenti cambiano, è normale che anche la Formula Uno cambi. Le persone si arrabbiano e parlano quando dovrebbero essere concentrate sul venirci a prendere".

 
<p>Il pilota Jenson Button festeggia la vittoria del Gp di Malaysia. REUTERS/David Loh</p>