Medico italiano testerà cura staminali efficace con i cavalli

giovedì 16 aprile 2009 13:34
 

LONDRA (Reuters) - Una tecnica di riparazione in base a cellule staminali che è stata sinora adottata per guarire centinaia di cavalli da corsa infortunati sta per essere sperimentata per la prima volta in Gran Bretagna su persone che hanno riportato lesioni al tendine d'Achille, con la collaborazione di un medico italiano.

L'azienda britannica di biotech MedCell Bioscience ha annunciato che inizierà i test clinici nel giro di 12 mesi e prevede di svolgere uno studio più ampio di conferma in diversi ospedali europei nel 2011.

I pazienti riceveranno iniezioni contenenti milioni di proprie cellule staminali, estratte e moltiplicate in un laboratorio, allo scopo di rigenerare tessuti di parti lesionate.

Più di 1.500 cavalli da corsa sono stati curati usando lo stesso procedimento ed i dati indicano una riduzione del 50% di ricadute in un periodo di tre anni, rispetto ai trattamenti convenzionali

"Il passo dalla clinica veterinaria alla medicina per esseri umani è ispirata e insolita, di solito vediamo un passaggio nella direzione opposta", dice Nicola Maffulli, chirurgo ortopedico e grande esperto di medicina sportiva da tempo in Inghilterra, che collaborerà alla realizzazione della sperimentazione.

La terapia con cellule staminali è diventata la preferita nel campo delle corse dei cavalli per la riparazione di lesioni ai tendini, frequenti in settore in cui ci sono animali che valgono milioni di dollari.

La tecnica di riparazione è stata adottata per la prima volta dai chirurghi del Royal Veterinary College a nord di Londra, da cui è nata come spin-out l'azienda MedCell.

 
<p>Una tecnica di riparazione in base a cellule staminali che &egrave; stata sinora adottata per guarire centinaia di cavalli da corsa infortunati sta per essere sperimentata per la prima volta in Gran Bretagna su persone che hanno riportato lesioni al tendine d'Achille, con la collaborazione di un medico italiano. REUTERS/Nigel Roddis</p>