Casa Bianca, si chiama Bo il nuovo cane degli Obama

mercoledì 15 aprile 2009 10:02
 

WASHINGTON (Reuters) - Dimenticate la crisi economica, la questione nucleare nordcoreana e i pirati somali. La notizia più importante alla Casa Bianca, ieri, è stata l'arrivo tanto atteso di Bo, il nuovo cane della famiglia Obama.

Bo, che ha sei mesi ed è un "Cao de aqua" portoghese bianco e nero, ha scatenato l'interesse di tutti i media, dalle tv ai giornali fino ai siti web che, da giorni, stavano seguendo da vicino la ricerca degli Obama di un nuovo cane.

I media hanno ingaggiato una vera e propria competizione per essere i primi a svelare l'identikit del "first dog" presidenziale, uno dei segreti meglio custoditi alla Casa Bianca da quando Obama svelò, durante la notte delle elezioni, di aver promesso alle figlie Malia, di dieci anni e Sasha, di sette, un nuovo cane.

Bo, che è stato un regalo del senatore Edward Kennedy e che è diventato immediatamente il cucciolo più famoso del pianeta, ha gestito con tranquillità la sua nuova fama mentre gli Obama, a turno, lo portavano a passeggio nel giardino della Casa Bianca dinanzi ad una folla di giornalisti più numerosa del normale.

"Finalmente ho un amico. Mi ci è voluto un pò di tempo", ha scherzato Obama, citando la frase storica dell'ex presidente Harry Truman. "Se vuoi un amico a Washington, prendi un cane".

Gli Obama avevano ristretto la rosa dei candidati a due sole razze: il Labradoodle o il Cao de agua portoghese. Quest'ultimo, sul quale è ricaduta la scelta, è un cane che ama l'acqua e che deve il suo nome ad una lunga storia durante la quale ha aiutato pescatori portoghesi a raccogliere i pesci nelle reti, a recuperare attrezzature da pesca e a trasportare messaggi tra le varie imbarcazioni.

I giornalisti hanno sciupato l'occasione per incalzare il presidente con domande sullo stato dell'economia o sulla decisione della Corea del Nord di espellere gli ispettori nucleari dell'Onu, concentrandosi solo sul dove Bo avrebbe dormito o su chi lo avrebbe portato a passeggio.

"Faremo a turno per portarlo fuori", ha detto Obama, anche se la domanda sembrava più che altro riferisi a chi avrebbe portato a passeggio chi, dopo che Bo ha incominciato a correre per il giardino, con il presidente costretto ad inseguirlo.

Per quanto riguarda la sistemazione di Bo per la notte, sarà dentro la Casa Bianca ma "non nel mio letto", ha risposto Obama.

 
<p>I coniugi Obama con il loro nuovo cane. REUTERS/Jim Young (UNITED STATES POLITICS ANIMALS SOCIETY)</p>