Calcio, Adriano si prende una pausa e ripensa alla carriera

venerdì 10 aprile 2009 08:09
 

RIO DE JANEIRO (Reuters) - L'attaccante brasiliano dell'Inter Adriano ha annunciato ieri sera di volersi prendere una pausa dal calcio per ripensare alla sua carriera.

"Ho perso la gioia di giocare", ha detto il calciatore 27enne ai giornalisti. "Non voglio tornare in Italia, voglio vivere tranquillo qui in Brasile. Al momento non so se resterò senza giocare uno, due o tre mesi. Ripenserò alla mia carriera".

Adriano ha negato di soffrire di depressione, aggiungendo che la felicità è più importante dei soldi e di aver vissuto con la pressione di essere un giocatore professionista da quando era un adolescente.

Adriano non è tornato a Milano dopo le qualificazioni del Brasile ai Mondiali contro Ecuador e Perù, in cui è stato insolitamente sostituito.

Lunedì, il suo agente Gilmar Rinaldi aveva detto che Adriano era rimasto in Brasile per questioni private, confermando che il giocatore ha passato del tempo a Vila Cruzeiro, la favela di Rio de Janeiro, nota per la violenza, dove è cresciuto.

Da allora, i media brasiliani hanno fatto continue speculazioni su quanto gli sia accaduto.

"Non c'è modo che io smetta di fare visita alla mia comunità", ha detto Adriano. "E' dove sto bene, a piedi nudi e bermuda".

"I giornali hanno detto un sacco di cose, ma tutto quello che ho fatto è stato meditato. Non sono malato. Adriano non è morto", ha detto sorridendo.

"Non ho niente contro l'Inter ma in Italia non ero felice. C'è stata una grossa pressione su di me da quando avevo 18 anni. Prendendo questa decisione posso essere di nuovo felice. Non c'entra niente la depressione, so cosa sto facendo".

 
<p>Il giocatore brasiliano Adriano durante la sua conferenza stampa a Rio de Janeiro. REUTERS/Stringer (BRAZIL SPORT SOCCER)</p>