Sisma, Napolitano sui luoghi del disastro

giovedì 9 aprile 2009 15:36
 

SAN DEMETRIO (Reuters) - E' stato accolto dagli alpini il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, arrivato oggi poco dopo mezzogiorno a San Demetrio, una delle località dell'Aquilano colpita dal sisma che ospita una tendopoli da 50 tende per 600 persone.

"Come va? Come state? Voi siete bravissimi", ha detto il capo dello Stato ai soccorritori, dopo aver visitato Onna, altro centro devastato, dove si è risentito anche con un "non rompete" verso fotografi e cameramen che per riprenderlo gli ostruivano il passaggio.

Avvicinandosi a una coppia di signore anziane, Napolitano ha chiesto loro come stavano. "Male, siamo senza casa....poi c'è il dolore", ha risposto una. "Il presidente lo sa", l'ha rimbeccata l'altra.

Il presidente è stato poi avvicinato da un giovane che gli chiedeva notizie su una voce secondo cui gli sfollati, soprattutto i bambini, resteranno negli alberghi solo una decina di giorni.

"Ve lo smentisco", ha risposto il capo della Protezione civile Guido Bertolaso, che accompagnava Napolitano. "Perché date retta a queste voci? Resteranno fino a che è necessario".