Milano, Abbado torna alla Scala: in cambio più alberi in centro

martedì 7 aprile 2009 22:32
 

MILANO (Reuters) - Dopo 23 anni di assenza il maestro Claudio Abbado tornerà a dirigere l'Orchestra della Scala, in cambio dell''impegno di Milano nella realizzazione di spazi verdi e nella piantumazione di nuovi alberi.

L'annuncio del maestro, che inizialmente aveva chiesto come cachet la piantumazione di 90.000 alberi in centro, arriva questa mattina, dopo un incontro alla Scala insieme al sindaco Letizia Moratti, al presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, all'assessore all'Arredo, Decoro urbano e Verde Maurizio Cadeo e al sovrintendente e direttore artistico del Teatro alla Scala Stéphane Lissner.

"Milano è la mia città ed è sempre una grande emozione tornarci. I progetti sul verde vanno molto bene e proseguendo su questa strada si realizzeranno tutti i nostri sogni", ha detto Abbado dopo una passeggiata da piazza della Scala a piazza Duomo in compagnia del sindaco, che gli ha mostrato il giardino allestito intorno alla statua di Vittorio Emanuele II come dimostrazione di una futura area verde nella piazza.

"Verde e musica: uno splendido connubio", ha detto il sindaco Moratti parlando della particolare proposta del maestro. "La richiesta di Abbado non mi ha solo sorpreso, ma anche stimolato a proseguire un percorso già iniziato nel 2007 con la progettazione del Piano del verde".

"Su suggerimento del maestro metteremo in centro alberature in vaso per dare più valore alla piazza. Il nostro Piano del Verde è però più strutturato e dove sarà possibile gli alberi verranno piantati: questa è la nostra priorità", ha aggiunto Moratti.

Anche Filippo Penati ha accolto positivamente la sfida: "quando lessi la proposta di Abbado di tornare in cambio di 90.000 alberi, telefonai subito a Lissner", ha detto il presidente della Provincia di Milano. "Per ora metteremo 100 alberi in centro, poi proseguiremo".

 
<p>Il maestro Claudio Abbado in un'immagine del 2001. AP/WS</p>